Al Silenzio, trentin sushi a Rovereto

Ciao a tutti!

Mi chiamo Elena Tonolli e sono una blogger trentina con la passione del buon cibo. Da oggi inizia questa nuova rubrica attraverso la quale vi accompagnerò a pranzo e a cena nei ristoranti e locali attorno al Lago di Garda e dintorni condividendo con voi le mie sensazioni e i miei giudizi puramente personali. Non sono nè una critica nè una professionista del settore ma una semplice ragazza curiosa di girovagare, assaggiare e fotografare posti nuovi dove mangiare per poi raccontarvelo! Spero vi faccia piacere leggermi e spero magari di potervi essere d’aiuto! Potete seguirmi anche sulla mia pagina Facebook BeautyFood Elena Tonolli.

Ma adesso veniamo a noi..quando ho iniziato a pensare a quale ristorante avrei scelto per dare il via a questa nuova rubrica non ho avuto dubbi al riguardo, raccontarvi del Ristorante Al Silenzio di Rovereto mi  aiuta a rompere il ghiaccio e fare la vostra conoscenza, in quanto si tratta di uno dei miei posti del cuore, un posto che conosco perfettamente, dove mi sento a casa e dove, se siete di questa zona o dei turisti, non potete non andar perchè credo rappresenti bene l’immagine fresca e attuale del mangiare, bere bene e consapevolmente in Trentino.

E’ un posto dove io personalmente respiro musica, racconti, radici, viaggi e arte e tutto questo grazie ai custodi di questo bellissimo locale che sono Gianfranco e Carlotta Grisi, rispettivamente papà e figlia.

Non aspettatevi il classico ristorante però, ma più un posto dove sedersi, bere ottimo vino e lasciarsi tentare da combinazioni di sapori particolari e nuove in un ambiente giovane, rilassato e piacevolmente chiassoso.

Gianfranco e Carlotta sono personaggi estrosi e creativi, viaggiatori trentini con un occhio sul mondo ma con il piede ben piantato nel nostro territorio, una caratteristica che si riflette nella loro cucina che propone piatti tipici mescolati  ad un sapore esotico e orientale.

La loro filosofia non è quella di dar da mangiare, ma offrire la consapevolezza a chi entra di che cosa sta mangiando e che cosa sta bevendo, utilizzando prodotti di aziende locali con l’intento di aiutare chi lo produce e anche chi lo consuma, per vivere al meglio il nostro territorio.

Nel loro menu si trovano piatti della tradizione rivisitati, sushi trentino e tradizionale, hamburger vegetariani, di trota e di carne e tapas.

Se passate solo per un aperitivo oppure per iniziare la cena, non perdetevi i loro crostoni fatti con il pane croccante e caldo il baccalà mantecato, il formai miz, l’hummus, il lardo pestato, i porri e tanto altro, accompagnati rigorosamente da una bollicina ghiacciata.

Al Silenzio, trentin sushi a Rovereto  Al Silenzio, trentin sushi a Rovereto

Se come me amate il sushi non potete non provare almeno una delle combinazioni proposte, sicuramente la più curiosa è quella del Lago di Garda, preparato con ingredienti locali come la Trota e il Salmerino, riso buono, verdure biologiche, fiori ed erbe aromatiche, tutti ingredienti provenienti da aziende agricole e allevamenti delle valli limitrofe. Devo dire che il sapore di questo sushi è completamente diverso rispetto a quello a cui si è abituati, è un sapore rotondo e pieno che coccola il palato e vi assicuro che io me lo sogno la notte!

Al Silenzio, trentin sushi a Rovereto  Al Silenzio, trentin sushi a Rovereto  Al Silenzio, trentin sushi a Rovereto

A me personalmente piace mangiare il Trentin sushi a Rovereto bevendo vino rosso, probabilmente tanti storceranno il naso, ma questa combinazione mi fa impazzire e se siete dei buoni bevitori non resterete delusi dalla loro cantina di vini e dalle loro birre artigianali. I loro vini sostengono il progetto dei vini dell’Angelo: antiche uve presenti sul nostro territorio fino all’inizio dell’800 reimpiantati e rivinificate per far ritrovare gli antichi profumi, sapori e radici.

Non potete non concludere la vostra cena con un bicchierino di vino santo Trentino, un vino da meditazione da sorseggiare ad occhi chiusi che profuma di frutta e miele e che scalda e addolcisce il cuore.

I prezzi sono onesti, si può fare un aperitivo sostanzioso rimanendo sui 10 euro fino ad arrivare ad una media di circa 20-25 euro per una cena con un paio di bicchieri a testa.

Si trova in centro a Rovereto, non ha un parcheggio privato ma nei dintorni potete tranquillamente parcheggiare e poi arrivare a piedi. E’ aperto a pranzo e a cena, se volete mangiare la sera vi consiglio caldamente di prenotare in quanto è sempre pieno.

Per oggi vi saluto e arrivederci alla prossima cena!

Elena  – BeautyFood

Ristorante Al Silenzio – Neumasushimori

Borgo S. Caterina, 20 – Rovereto (TN)

Telefono: 0464/436229

chiuso il lunedì

Pagina Facebook 

 

Seguitemi sulla mia pagina Facebook!