La scorsa estate abbiamo trascorso qualche giorno di vacanza a Verona la romantica città di Giulietta & Romeo, presso la reception del nostro hotel nell’ Info Point dedicato a tutto ciò che si può fare e vedere a Verona abbiamo trovato con piacere un depliant che proponeva alcune escursioni in bicicletta a Verona e nei suoi dintorni, abbiamo letto che a pochi chilometri da Verona si trova la verdissima Valpolicella, terra nota per la produzione dei pregiati vini rossi DOC  Amarone , Valpolicella  e il dolce Recioto.

L’escursione viene proposta in due diverse forme:

  • possiamo scegliere di essere accompagnati da una guida ciclo turistica (in questo modo possiamo goderci il tour senza rischiare di perderci)
  • oppure possiamo muoverci da soli, quindi in autonomia, ma guidati da un “road book” con tutti i dettagli del percorso.

Inoltre leggiamo che gli itinerari vengono proposti con il noleggio di una bicicletta a pedalata assistita !!!  Incuriositi abbiamo contattato telefonicamente il numero indicato e concordato per il giorno seguente, l’orario di consegna delle bici elettriche presso l’hotel in cui soggiorniamo.

L’indomani troviamo ad attenderci presso la reception l’incaricato con le nostre biciclette, le proviamo subito per vedere come funzionano e optiamo per il percorso che ci porta alla scoperta della Valpolicella in autonomia ma guidati da un “road book” ben dettagliato.

Saliamo in sella alle nostre bici  raggiungiamo Piazza Brà , la piazza principale di Verona ed una delle più grandi piazze d’Europa. In questo luogo da più di due secoli i veronesi amano passeggiare, qui ci si incontrano a commentare i fatti quotidiani, a bere un buon un caffè o un aperitivo in uno dei numerosi bar.

Percorrendo Via Roma raggiungiamo Castelvecchio, antica fortezza che colpisce per il suo aspetto imponente e per la sua forma militare, fu fatto erigere da Cangrande II della Scala (tra il 1354 e il 1357) quando, in epoca di guerre tumultuose, volle trasferire la sua corte in luogo sicuro.

Attraversato il ponte pedaliamo costeggiando il fiume Adige in direzione di Parona di Valpolicella.

Dopo un percorso ameno, raggiungiamo Villa Mosconi Bertani, elegante complesso monumentale inserito in un parco storico del 700 di ben otto ettari. Questa Villa è nota per la sua cantina cinquecentesca luogo in cui per tradizione si producono vini di eccellenza (Soave Lepia Doc, Valpolicella Ripasso Doc, Amarone Doc…). Leggiamo sul nostro raod-book che la Villa, la sua cantina e il parco sono aperti a visite e degustazioni dal lunedì al sabato (preferibilmente su prenotazione) ma noi per questa volta ci accontentiamo di ammirarla dall’esterno. 

Dopo aver scattato qualche foto, siamo pronti per ripartire, restiamo rapiti dal paesaggio davvero incantevole, totalmente immersi nei colori e nei profumi della natura, vigneti coltivati come giardini e sontuose ville fanno da cornice a strade poco trafficate, ideali per essere percorse in bicicletta o a piedi.

Raggiungiamo la località di Pedemonte, sede di famose cantine produttrici del pregiato Valpolicella, e da qui imbocchiamo la pista ciclabile Pedemonte-S.Floriano dove ci fermiamo per ammirare e visitare l’antica Pieve di San Floriano, considerata una delle più belle chiese romaniche della provincia di Verona. Sempre pedalando attraverso strade a basso traffico ci dirigiamo nel cuore della Valpolicella.

Dopo una piccola salita (per nulla impegnativa grazie alle nostre biciclette a pedalata assistita) raggiungiamo Castelrotto, un piccolo borgo dal quale si gode di una splendida vista su tutta la Valpolicella e dove decidiamo di fermarci per godere di questo panorama e ristorarci presso il Ristorante – Osteria Castrum (consigliato nel Road-Book e davvero ottimo).

Dopo la pausa enogastronomica ritorniamo in sella alle nostre bici e seguendo le preziose indicazioni del nostro road-book scendiamo da Castelrotto in direzione Corrubbio di Negarine fino raggiungere Villa del Quar, elegante hotel 5 stelle ospitato in una villa storica, da qui attraversando una strada interna raggiungiamo Parona di Valpolicella dove ci fermiamo per una tappa “golosa” presso la gelateria “La Parona del Gelato” (tappa consigliata nel road book), leggiamo che la proprietaria è Giovanna Bonazzi, famosa campionessa di ciclismo ed oggi provetta gelatiera!

E dopo aver gustato un ottimo gelato e scattato una bella foto in compagnia di Giovanna, seguendo il lungadige raggiungiamo la diga del Chievo e da qui imbocchiamo la famosa Ciclopista del Sole che ci riporta a Verona …..

E’ stata un esperienza positiva e divertente visitare questi luoghi in bicicletta, siamo felici e  soddisfatti del nostro primo viaggio sulle due ruote, abbiamo percorso in totale 35 Km ma non siamo per nulla stanchi anzi siamo pronti per ripartire domani per una nuova escursione ….. Dove andremo ? Questo ve lo racconterò nel prossimo resoconto !