Che il lago di Garda sia preso d’assalto in qualsiasi stagione dell’anno, non è un mistero per nessuno.
Eppure, il mese di settembre è considerato tra quelli migliori per visitare il lago di Garda, ammirare i borghi arroccati sulle sue sponde e farti invadere dalla magia di quegli eventi e di quelle kermesse che contribuiscono a rendere il bacino più grande d’Italia tra i più famosi al mondo per le sue infinite attrazioni.
Se viaggi in compagnia dei tuoi bimbi, la destinazione ideale per te è Bardolino. Situato sulla riva est del lago, il paese, oltre a essere noto per il suo passato ricco di storia e di arte, come ben testimoniano il “Castello voluto da re Berengario”, la “Chiesa di San Zeno” con un’intera collezione di affreschi ancora ben tenuti e il “Museo dell’olio d’oliva”, si trova nelle immediate vicinanze di “Gardaland, Movieland, NaturaViva e lo Jungle Adventure Park”, i maggiori parchi divertimento dell’Italia settentrionale, regni incontrastati per il divertimento di grandi e piccini di tutte le età. Ma quest’anno, c’è un motivo in più per visitare Bardolino.Cosa fare a settembre sul lago di Garda: tra divertimento e buona cucina
Fino al 24 settembre, all’interno del “Museo Sisàn“, il “museo delle tradizioni ornitologiche, ittiche e contadine del comprensorio Gardesano di Cisano di Bardolino”, ci sarà la grande mostra dedicata alla storia, all’evoluzione e all’estinzione dei dinosauri. Appuntamento imperdibile per i più piccoli, i quali potranno toccare con mano reperti e fossili di questi animali temibili e misteriosi.
Il Gusto del Garda

Per tutti gli amanti del buon vino, invece, il mese di settembre fa rima con “Lugana, Armonie senza Tempo“, il più grande evento dedicato al Lugana Doc.Nell’incredibile cornice di Peschiera del Garda, il 9 settembre torna puntuale l’appuntamento con la degustazione di questo pregiato vino, presente sul mercato con le varianti “Lugana, Lugana Superiore, Spumante, Vendemmia tardiva e Lugana Riserva”.

All’interno della “Caserma Artiglieria“, dunque, sarà possibile lasciar decantare il Lugana Doc, interpretato da circa 55 aziende produttrici, per un viaggio enologico d’alto livello.
Dal 28 settembre al 2 ottobre non potete mancare alla “Festa dell’Uva di Bardolino” giunta alla sua 88^ edizione. La manifestazione è interamente dedicata al vino Bardolino classico D.O.C. che si può degustare negli stand sul lungo lago abbinato ai piatti della tradizione.
Cosa fare a settembre sul lago di Garda: tra divertimento e buona cucina
Infine, per immergersi nelle fantastiche e sontuose atmosfere del “Rinascimento italiano“, la città di riferimento è Mantova, la patria di Virgilio. Nella magnifica cornice del “Palazzo San Martino Gusnago di Ceresara”, i primi tre giorni di settembre vedranno rivivere il sontuoso banchetto organizzato a Palazzo nel 1491 tra “Francesco Secco d’Aragona, Francesco II Gonzaga e Ercole I d’Este”.
Gli ospiti giungeranno a Palazzo a bordo di antiche carrozze e vestiti con gli abiti dell’epoca per visitare le belle stanze affrescate, allietati da musica rinascimentale e rinfrancati dal sapore genuino dei piatti della tradizione.
Sempre in tema gastronomico, settembre è il mese giusto per assaporare le primizie che la natura sa offrire. La destinazione da segnare sull’agenda è San Zeno di Montagna.

Oltre ad ammirare lo spettacolo intenso e suggestivo del lago di Garda che si estende in tutta la sua lunghezza, “San Zeno di Montagna” è il luogo giusto per fare incetta di funghi. All’interno del “Mercatino del Gusto e delle Curiosità”, le bancarelle e gli stand culinari, il 2 e il 3 settembre, celebreranno in funghi in tutta la loro squisita bontà, preparando piatti caldi e freddi, bruschette, risotti, tagliate e pasticci gustosi da servire agli ospiti.

Alla scoperta della parte settentrionale del lago di Garda

Quando la calura opprimente inizia pian piano a scemare, il lago di Garda sembra assumere nuove sfumature di colore e, soprattutto, la brezza leggera che soffia dalle sue sponde, sembra portar con sé gli effluvi profumati dei gelsomini, dei limoni, del caprifoglio e del pitosforo, così tipici di Limone sul Garda.

Nel paesino così amabilmente descritto da Goethe, oltre a perdersi nella bellezza della “Limonaia del Castel” e nella “Chiesa di San Rocco“, il 3 e il 7 settembre, sarà possibile lasciarsi affascinare dal grande spettacolo pirotecnico organizzato sulle sponde del lago e assaggiare i piatti tipici della tradizione.

Se d’estate Malcesine fa rima con sole, spiagge e bagni al lago, a settembre, la località è sinonimo di concerti di “musica classica e di mostre d’antiquariato“.

Cosa fare a settembre sul lago di Garda: tra divertimento e buona cucina

Valter Tellaroli Malcesine

Il 1 settembre, infatti, Viale Roma si riempirà di stoffe e pregiato vasellame locale per la tradizionale “Mostra dell’Antiquariato Vintage & Shabby Chic“, mentre il 5 settembre, all’interno del monumentale “Castello Scaligero”, toccherà alla “Benacus Chamber Orchestra” allietare il pubblico presente con raffinata musica da camera.

Il 23 e 24 settembre Ciottolando con Gusto (ne parleremo la prossima settimana). Malcesine diventa un ristorante itinerante alla scoperta dei sapori e delle tradizioni lungo le vie del centro storico. Quest’anno nei giardini del castello scaligero insieme al “GIARDINO DEL GUSTO” e al “WINE VILLAGE” ci sarà “FORCHETTA IN CASTELLO” nuova importante tappa per i “ciottolatori”!

Per chiudere in bellezza il mese, non si può certo dimenticare Riva del Garda e la sua rassegna “Settembre d’Oro“. In collaborazione con la “Strada del Vino e dei sapori del Trentino” e con i migliori ristoranti della zona, Riva del Garda ti darà la possibilità di tuffarti in un variopinto mondo enogastronomico, coccolando il tuo palato con le “susine DOP”, le “bacche rosse”, con pesci di lago, frutta e verdura a chilometro zero.

Cosa fare a settembre sul lago di Garda: tra divertimento e buona cucina

Vittorina Zanlucchi Riva del Garda

Spazio allo sport

Visitare e vivere intensamente il lago di Garda, significa anche praticare sport all’aria aperta, per divertirsi e rigenerarsi allo stesso tempo. Camminare a cavallo lungo i sentieri, cimentarsi con la vela, il kite-surf, lo sci acquatico e il canotaggio, renderà ancora più magico un viaggio sulle sponde del lago più grande d’Italia.