Guanabara non è il nome di un drink esotico, ma è una baia sulla costa orientale del Sud America. Più precisamente è la baia brasiliana dove si svolgeranno le regate delle prossime olimpiadi, quelle di Rio2016!

La scorsa settimana invece, nelle acque dell’alto Garda si è svolta la Garda Trentino Olympic Week, una cinque giorni di regate dedicate esclusivamente alle classi veliche con status olimpico. Negli ultimi anni le classi olimpiche sono state più volte riviste dovendo anche le Olimpiadi adeguarsi alle esigenze di spettacolo e contenimento costi. A Rio, per esempio, mancherà la STAR, storica barca a chiglia presente sin da Los Angeles 1932 (fu sostituita dai Tempest solamente nell’edizione del 1976) mentre farà il suo debutto il NACRA con la novità dell’equipaggio misto, riportando dunque i multiscafi in gara dopo che per Londra 2012 furono esclusi i Tornado. La caratteristica principale che rende una barca eleggibile per lo status di scafo olimpico è l’essere un One-design, ovvero una barca che deve necessariamente seguire determinati criteri di stazza sia a livello di scafo che di vele. Ciò rende le barche tra di loro simili dato che risultato di uno stesso disegno. E’ la base dello spirito olimpico, i concorrenti devono gareggiare ad armi pari!

Guanabara ed il Garda non sono poi così lontani

I 49er, spettacolari skiff, barca olimpica dal 2000

Tornando alla GTOW 2015, dato il numero di classi in gare, l’evento si è disputato con la collaborazione di ben cinque circoli dell’alto Garda. Sotto la regia della Fraglia Vela Riva, circolo organizzatore, han dato il loro contributo anche la Lega Navale di Riva del Garda, il Circolo Vela Arco, il Circolo Surf Torbole e la Fraglia Vela Malcesine. Dodici le classi in gara di cui quattro maschili (RS:X, 470, 49er, Laser Standard), quattro femminili (RS:X, 470, 49erFX, Laser Radial) una ad equipaggio misto (NACRA) e tre classi paraolimpiche (SKUD 18, SONAR, 2.4).
Diversi i campionissimi in gara ed ottimi risultati per la nazionale italiana. Spiccano infatti gli ori nel 49er, con il trentino Ruggero Tita (Fiamme Gialle), nel 49erFX con la promettente coppia Conti-Clapcich e nei Nacra con il fortissimo duo Bissaro-Sicuri. Tutti i risultati

Quest’anno inoltre la regata si è contraddistinta anche per il suo lato social. Iscrizioni, classifiche, comunicati e tutto il necessario ai reagenti sono stati pubblicati tramite la nuova piattaforma myRegata, un simil social network per velisti. Un hashtag dedicato #GTOW ha permesso il coinvolgimento di atleti federazioni e spettatori tramite tutti i social network più utilizzati.

IL TWEET: un insolito Garda senza vento.

LA FOTO:

https://instagram.com/p/2jtWeHNteP/