La prima meta del nostro “Grand Tour” è una delle cinque isole presenti nel Lago di Garda e per essere precisi la più grande in dimensioni: L’ Isola del Garda.

L’isola del Garda, la storia che non si conosce:

Questa ebbe origine nel 243, quando nel Garda si verifica un terremoto che la stacca dalla vicina costa di S. Felice.

Situata sulla sponda Bresciana del lago di Garda a poca distanza da San Felice del Benaco, l’Isola del Garda è un piccolo paradiso nell’ acqua, scoglio pittoresco che accolse popoli antichi.

L'arte sul lago di Garda: l'isola del Garda

ph Donatella Lazzari-Isola-del-garda

Questa era già abitata in epoca romana, sono state infatti ritrovate circa 130 lapidi Gallico-Romane, ora conservate nel Museo Romano di Brescia.

Abbandonata a sé stessa nei secoli di decadenza dell’ impero romano, venne poi “riscoperta” dai francescani. Questi crearono un vero e proprio monastero; il progetto prevedeva la realizzazione della chiesa, il chiostro, le celle e i giardini. L’ isola divenne così un importante centro ecclesiastico di meditazione e rifugio di illustri personaggi ( ad es. S.Francesco, S.Antonio da Padova, S.Bernardino da Siena e, probabilmente, Dante Alighieri). Il monastero ebbe però vita breve e nel 1798 venne definitivamente soppresso da Napoleone.

Da questo momento molti saranno i proprietari dell’isola e molti i nomi che a essa verranno attribuiti quasi tutti legati ai possessori: isola Lechi, isola Scotti, isola de Ferrari e più tardi isola Borghese.

Isola del Garda oggi:

L'arte sul lago di Garda: l'isola del Garda

particolare della torre  villa Borghese-Cavazza

Il suo fascino oggi è dovuto a due elementi principali :
la straordinaria villa dei primi del Novecento in stile neogotico-veneziano, progettata da Luigi Rovelli e i meravigliosi giardini all’italiana che digradano fino al lago.

L’edificio estremamente complesso ha una sua unità stilistica e una rara imponenza.

Le facciate sono decorate da finestre ad arco acute e nell’ angolo sud ovest si erge una torre coronata da merlature a ricamo in pietra con decorazioni floreali in stile neogotico.

Altra parte importante della villa sono i giardini all’ italiana ricchi di piante locali, esotiche, essenze rare e fiori unici. La sua importanza botanica è sottolineata dalla presenza di essenze provenienti da tutto il mondo. Il parco disegnato e coltivato da una mano sapiente, venne progettato per essere visto sia dall’acqua che dalle terrazze superiori.

L'arte sul lago di Garda: l'isola del Garda

Renato Roberti Isola del garda

Attualmente l’ isola è di proprietà della famiglia Cavazza.

Dal 2002, da Aprile a Ottobre, la stessa organizza visite guidate di circa novanta minuti; lo scopo principale è quello di far conoscere e apprezzare questo immenso patrimonio.

Tutte le informazioni riguardanti le visite guidate ( orari e prezzi ) si possono trovare nel sito dedicato  all’ isola del Garda.

Ecco terminato il nostro primo viaggio, vi aspetto per la seconda tappa del nostro Grand Tour, martedì 21 Marzo, sempre qui, su Garda Outdoors.