Più che un grande evento, la Fiera del Riso che ogni anno si svolge a Isola della Scala è una grande festa per il palato di tutta la famiglia e degli esperti. Un viaggio nel cuore della storia più autentica della gastronomia delle pianure veronesi, che solo l’anno scorso ha sfornato più di 500.000 piatti, per la massima parte di risotto all’isolana, la ricetta storica più amata. Dal 13 settembre all’8 ottobre, dalla campagna alla tavola.

Pronti per la 51ma Fiera del Riso?

Primo piano sul Vialone Nano Veronese Igp

Tutto è partito dalla scoperta e valorizzazione del Vialone Nano Veronese, varietà riconosciuta nel 1996 con il marchio di Indicazione Geografica Protetta. I chicchi sono bianchi, hanno dimensioni medie, forma tonda e semilunga, con dente pronunciato e testa tozza. Coltivata su acque di risorgive di 24 comuni scaligeri ha un’ottima tenuta durante la cottura, assorbe in modo egregio i condimenti ed è perfetta per cucinare risotti a base di carne, verdure e pesce.

La particolarità della Fiera del Riso

Per i cultori del riso e del Vialone Nano Veronese Igp la Fiera del Riso rappresenta un momento di celebrazione delle sue virtù, che ogni anno si propone in una veste sempre più interessante. “La particolarità della Fiera del Riso sta nella filiera cortissima dalla risaia al piatto”, ci spiegano i responsabili dell’Ente Fiera del Riso. “Infatti, il riso ad Isola della Scala, e nei limitrofi comuni veronesi, viene coltivato da piccole aziende famigliari che in buona parte si occupano dell’intera filiera: coltivano, pilano, confezionano, cucinano e vendono riso e risotto. Riso a km 0: una delle risaie dove si coltiva il prodotto poi servito alla Fiera del Riso dista infatti soli 70 metri dall’area fieristica”.

Pronti per la 51ma Fiera del Riso?

Anteprima edizione 2017

In fiera ogni riseria ha il suo stand dove si possono apprezzare risotti, ma anche pizze e dolci con farina di riso, arancini e paella. La qualità è garantita da una commissione qualificata che ogni settimana assaggia i risotti di tutti gli stand. Se la media dei voti non è più che sufficiente, l’Ente Fiera può penalizzare economicamente gli stand stessi.

Nel corso della manifestazione il Palariso, la struttura dedicata agli eventi speciali, è un tripudio di concorsi e di serate gastronomiche a tema, tra i quali il Top Show, che porta a Isola della Scala chef e ristoratori di tutta Italia. Tra le novità dell’edizione 2017 un allestimento artistico con dieci riproduzioni giganti di animali realizzate da Alessandro Mutto utilizzando materiali di recupero, legno o strutture che accompagneranno i visitatori dal centro storico di Isola della Scala all’area dove si svolge la manifestazione.

Fitto il programma degli eventi collaterali nell’ambito di una Fiera che negli ultimi 20 anni è cresciuta a un ritmo costante. http://www.fieradelriso.it/

Cosa assaggiare

La risposta è semplice: nel regno del risotto – perché qui si possono assaggiare ricette tradizionali e creative con un’ampia gamma di ingredienti e di combinazioni – è un must gustare la ricetta all’Isolana che sposa il Vialone Nano Veronese a un alimento tipico tra la zona a Sud di Verona e il Mantovano, la carne.

Nata tra le famiglie contadine per celebrare la conclusione del ciclo di lavorazione del riso, nel 1967 fu codificata dal cuoco Pietro Secchiati per iniziativa del sindaco di Isola della Scala Aldo Filippi. All’inizio prevedeva di utilizzare la stessa quantità di vitello magro e di lombata di maiale, poi, con il passare del tempo, è stata via via migliorata.

Quella attuale è frutto di una rivisitazione proprio l’anno scorso a cura dello chef del ristorante veronese “12 Apostoli” Giorgio Gioco, dei rappresentanti dell’Ente Fiera del Riso, del comune di Isola della Scala e delle riserie isolane e si può apprezzare in abbinamento a un vino Valpolicella o a un Lambrusco Mantovano.

Idea per il weekend

Se venite da lontano e volete abbinare alla visita alla Fiera del Riso una full immersion in un territorio ricco di storia e tradizione contadina ampie le opportunità offerte negli itinerari proposto dell’Associazione Strada del Riso Vialone Nano Veronese Igp tra risaie, boschi, chiese romaniche, castelli, ville, corti rurali e torri colombare di grande fascino.

Il sito suggerisce anche dove alloggiare o abbinare all’acquisto del riso Vialone Nano Veronese Igp quello di alcuni prodotti tipici di grande tradizione in loco, da salumi a carne a dolci. www.stradadelriso.it