https://www.garda-outdoors.com/wp-content/uploads/2014/07/bobocica_e_stefanova.jpg

Francia scatenata a Riva del Garda, Italia sesta nell’Europeo a squadre

Riuscirà il tennistavolo europeo a ribellarsi alla supremazia asiatica dell’ultimo decennio? Il 57° Campionato Europeo Giovanile “Sterilgarda” a Riva del Garda può dare una risposta importante. Tra gli oltre 550 giocatori che oggi hanno concluso le competizioni a squadre (da domani mercoledì cominciano quelle individuali fino a domenica 20 luglio) c’è sicuramente qualche grande talento destinato a fare strada, anche se i tecnici sostengono che ancora diversi anni passeranno prima che il Vecchio Continente – dove questo sport ha le sue radici più profonde – possa rialzare la testa.

L’Asia, e in particolare la Cina, dispone di un materiale umano sconfinato da cui scremare il meglio del meglio. Il tennistavolo laggiù è sport nazionale, occupa ore di diretta TV in prima serata con milioni di audience, muove interessi enormi. In più, i giovani campioni asiatici cominciano la propria carriera in età tenerissima.

Qualche segnale che l’Europa sia sulla stessa strada si intravede, comunque, osservando giovanissimi atleti già arrivati sulla ribalta continentale. Uno di loro, il minuscolo 12enne polacco Samuel Kulczycki ha dato un contributo fondamentale alla sua squadra quest’oggi nella finale per il quinto posto dei cadetti vinta 3:0 contro l’Italia, anch’essa nei giorni scorsi esaltata da un talento precoce, il 13enne cagliaritano Carlo Rossi. Dunque si può ben sperare, anche se recentemente atleti cinesi e giapponesi della stessa età hanno vinto torneo del World Tour: è ancora lunga la strada da fare. Comunque positivo il sesto posto dell’Italia cadetti, protagonista di un torneo emozionante.

“Pienone” intanto alla Baltera gardesana per le finali del torneo a squadre che hanno assegnato le prime quattro medaglie d’oro. La Francia aveva in mano l’occasione di un risultato storico, avendo piazzato ben tre squadre in finale, e non l’ha mancata, eguagliando l’ultima “tripletta” a squadre ottenuta dall’ormai dissolta Unione Sovietica nel 1992.

In particolare la Francia ha ottenuto un risultato storico vincendo per la prima volta un titolo a squadre femminile, peraltro il più importante, quello delle juniores battendo la Germania. Il quarto titolo è andato alla Romania, vincitrice (3:1) della finale cadette contro la Russia.

FINALI A SQUADRE
Juniores maschile – 1° posto: Francia-Polonia 3:0. 3° posto: Svezia-Danimarca 3:0
Juniores femminile – 1° posto: Francia-Germania 3:1. 3° posto: Romania-Russia 3:2
Cadetti maschile – 1° posto: Francia-Romania 3:2. 3° posto: Russia-Germania 3:1
Cadetti femminile – 1° posto: Romania-Russia 3:1. 3° posto: Germania-Ungheria 3:1

Per tutti i risultati:
http://www.ettu.org/public/2014EYC/index.html

Per saperne di più:

www.eyc2014rivadelgarda.com