Per i turisti la Valpolicella con i suoi vini tipici dal “Valpolicella Superiore” passando per l’Amarone” e il “Recioto” è sopratutto vigne, cantine ed enogastronomia. Verona invece rappresenta storia, cultura, leggenda, la città di Giulietta e Romeo gli innamorati che grazie a Shakespeare ancora oggi appassionano gli innamorati di tutto il mondo. Ma se uniamo queste cose e le trasformiamo nella possibilità di vivere esperienze uniche cosa può succedere?

La Valpolicella rappresenta uno dei territorio più belli da visitare in bicicletta, sopratutto se si è appassionati di MTb le possibilità sono davvero tante grazie a molti percorsi che vi permettono di scoprire angoli unici di questo territorio, ma il bello arriva se invece inizi ad usare una E-MTB e quindi affidandoti ad accompagnatori esperti come quelli di Bike Experience decidi di fare un’esperienza nuova. Ma tutto diventa ancora più coinvolgente se dalla Valpolicella decidi di raggiungere Verona (cosa fare e cosa vedere a Verona) e una volta raggiunga la città dell’amore affidarti alle ragazze di “Romeo and Juliet Guide” per andare a scoprire gli angoli più nascosti e particolari di questa città dal fascino unico.

Dalla Valpolicella a Verona in MTB, prodotti tipici e tanto divertimento

Percorso dalla Valpolicella a Verona

Si parte da Pescantina dove nella suggestiva cornice del Lungadige in sella alle E-Bike si può partire per un viaggio tra storia,cultura ed enograstromia alla scoperta di bellissimi Borghi come Castelrotto un insieme di case e corti costruite fin dal periodo medioevale che sorgevano arroccate su di un piccolo monte sopra il quale si erigeva un piccolo castello di cui non rimane più traccia. Proseguendo il nostro percorso lungo la famosa via Claudia Augusta immersi in splendidi vigneti e frutteti si raggiunge il secondo piccolo centro di Negarine con una forte presenza di edifici di origine antica molti dei quali a vocazione agricola intorno ai quali si sviluppava tutta la vita nei campi. Ed è proprio la Via Claudia Augusta che nel percorso per raggiungere Verona ci fa da compagna, seguendo questo percorso ci imbattiamo in ville antiche come Villa Mosconi Bertani rinomata in zona per il suo giardino in stile inglese e per organizzare diversi eventi sopratutto matrimoni.

Dalla Valpolicella a Verona in MTB, prodotti tipici e tanto divertimento  Dalla Valpolicella a Verona in MTB, prodotti tipici e tanto divertimento

Da qui si prosegue per Parona dove si scende direttamente lungo il fiume Adige che ci accompagnerà fino all’ingresso di Verona. Giunti in città senza particolari difficoltà, si decide quindi di salire fino alle Torricelle la collina storica che domina la città scaligera e dalla quale di può ammirare uno dei panorami più belli. Qui il percorso diventa più difficile e avere una e-bike aiuta di sicuramente. Si sale lungo una stradina stretta e suggestiva fatta di sassi e molto caratteristica che ci fa sbucare appena sopra il Santuario della Madonna di Lourdes per poi riprendere immersi in una natura selvaggia e suggestiva e raggiungere cosi il crinale di San Giuliano dove nel 1837 furono costruite delle dagli austriaci che servivano per difendere e controllare la città. Queste torri sono inserite all’interno del Parco delle Colombare che viene utilizzato da turisti e residenti anche per bellissimi trekking e ammire il panorama della città veronese.

Dalla Valpolicella a Verona in MTB, prodotti tipici e tanto divertimento

Ripreso il nostro percorso scendiamo nel centro storico della città dove ci aspettano Sara e Virginia, lasciamo le biciclette e grazie alla loro guida possiamo andare a scoprire gli angoli più nascosti e allo stesso tempo magici che la città Veronese ci sa offrire, non solo dal punto di vista culturale ma anche enogastronomico. Proprio grazie alla loro ricerca e conoscenza una degustazione in centro lontano dai classici punti turistici diventa un esperienza davvero unica e irripetibile.

Dalla Valpolicella a Verona in MTB, prodotti tipici e tanto divertimento  Dalla Valpolicella a Verona in MTB, prodotti tipici e tanto divertimento

 

Ovviamente tutto questo non è solo da fare durante il periodo primavera- estate, ma il consiglio che vi voglio dare e di provare a vivere quest’esperienza sopratutto durante il periodo autunnale grazie ai meravigliosi colori che questa stagione ci regala e magari anche invernali, chissà sotto il periodo natalizio potrebbe diventare un momento davvero piacevole con una puntatina anche hai mercatini di Natale e respirare così un’atmosfera davvero diversa. Noi lo faremo di sicuro e voi se volete potete sicuramente venire a viverla con noi.