Prosegue con successo musicaRivafestival targato 2019. 
Ieri il maltempo non ha fermato la folla accorsa al Palcongressi di Riva del Garda (e non nella consueta cornice della Rocca) causa maltempo.Il sold out al Requiem di Mozart, eseguito con trombe e timpani storici, è stata la conferma della passione per un’opera che è da tutti considerata eterna.  La Messa di requiem in Re minore è l’ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart. Pagina di eccezionale bellezza, potere travolgente, emozioni contrastanti e significato profondo, quest’opera è stata eseguita ieri sera in una sala Garda gremita. Il pubblico si è speso in un lunghissimo applauso per la Makris Symphony Orchestra di Belgrado diretta dal maestro Christian Frattima. A sostegno dell’Orchestra c’è stato il Coro Anzolim de la Tor composto da una cinquantina di elementi e diretto dalla maestra Giuseppina Parisi. Una serata dedicata al maestro Franco Zeffirelli legato al direttore artistico di musicaRivafestival, il soprano Mietta Sighele, da un lungo percorso professionale di alto livello.
Emozionante l’interpretazione delle voci soliste, il soprano Maria Pia Molinari, il mezzosoprano Vilija Mikstaite, il tenore Michael Hyokun Ha ed il basso-baritono Eung Kwang Lee. 
 Stasera tocca alla prestigiosa masterclass di Isaac Karabtchevsky in Direzione d’orchestra esibirsi alla Rocca alle ore 21.30. 
Domani 29 luglio alle ore 21.30, lo spettacolo “Liebe, Tod und Schönheit” ovvero <Amore, morte e bellezza> un recital d’opera, operetta e Lied con il baritono coreano Eung Kwang Lee, star della musica coreana accompagnato dal maestro Bartelloni al pianoforte. Fra musiche senza tempo di Wagner, Liszt, Léhar e Korngold, si toccheranno i punti più alti dell’arte.
Il 30 luglio spazio invece ai giovani talenti delle masterclass di flauto e clarinetto. Calogero Palermo e Paolo Taballione presenteranno i loro allievi alle ore 21.30 nel cortile della Rocca. Due grandissimi nomi per due masterclass d’eccezione: Calogero Palermo è attualmente primo clarinetto presso la prestigiosa Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam mentre Paolo Taballione dal 2017 é professore di Flauto del Mozarteum, la prestigiosa università di Salisburgo.
iL 31 luglio invece alle ore 21.30 a far vibrare di intense emozione il cortile della Rocca sarà la Sonata Monumentale di Franck e Beethoven, una delle opere più difficili per violino e pianoforte nonché una vera e propria apoteosi del romanticismo. Ad eseguirla saranno i maestri Renato Donà e Fiorenzo Pascalucci. 
Renato Donà, allievo del M° Salvatore Accardo è titolare della cattedra di violino al Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria. Ha tenuto concerti con celebri ensemble nelle sale più prestigiose del mondo in più di quaranta Nazioni, fra U.S.A., Canada, Sud America, Europa, Africa e Asia. Fiorenzo Pascalucci invece, già protagonista del concerto d’apertura di musicaRivafestival, pluripremiato concertista, ha suonato con importanti orchestre quali l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, la Filarmonica Marchigiana, la FVG Mitteleuropa Orchestra, l’Accademia d’archi Arrigoni, la North Czech Philarmonic Orchestra e tante altre. Due grandissimi nomi della scena musicale internazionale giunti a Riva del Garda grazie agli spettacoli di qualità di musicaRivafestival.
Il Festival proseguirà poi fino al 3 agosto con altri spettacoli che animeranno il cortile della Rocca, la spiaggia Sabbioni e le piazze di Riva del Garda in un susseguirsi di emozioni in musica.