Il Vittoriale degli Italiani è uno dei luoghi più carichi di suggestione al mondo, quasi una città nella città, uno spazio verdeggiante e panoramico  creato dal genio del grande scrittore Gabriele d’Annunzio.

Ma dove si trova il Vittoriale?

Sul Lago di Garda, in una delle più belle località della sponda bresciana, a Gardone Riviera, ecco in tutta la sua imponenza il Vittoriale degli Italiani (sito ufficiale).

Gardone è una delle località lacustri più apprezzate. Stazione climatica e balneare di fama, viene considerata un vero e proprio “giardino botanico” dove alla vegetazione tipica del Lago di Garda, mediterranea, si alterna quella mitteleuropea. I numerosi parchi e giardini, le eleganti ville storiche che già da fine ’800 ospitavano una clientela internazionale desiderosa di relax, raffinatezza e benessere, l’atmosfera elegante e suggestiva, tutto ciò fa di Gardone Riviera un’apprezzatissima stazione balneare che durante la stagione estiva si anima di eventi musicali e culturali anche grazie ai tanti concerti che organizza proprio il Vittoriale degli Italiani.

Cosa vedrete al Vittoriale

Qui l’anima del poeta rivive in ogni angolo, in ogni monumento, in ogni suppellettile che, con cura, ha scelto per abbellire la sua dimora.

Il Vittoriale infatti comprende la casa del Poeta – chiamata Prioria – importante e preziosa testimonianza del suo vivere inimitabile e fuori dagli schemi; parchi e giardini di importante significato storico-ambientale, la prua della Nave Puglia, incastonata nella collina (fra i più suggestivi e originali allestimenti del parco), il velivolo S.V.A., utilizzato nel 1918 da d’Annunzio per il volo su Vienna; il motoscafo antisommergibile MAS 96 della Beffa di Buccari; le due automobili: la Fiat tipo 4 e la Torpedo Isotta Fraschini, ultima fra le numerose vetture appartenute a d’Annunzio.

Nel parco troverete anche il “Museo d’Annunzio eroe” in cui sono raccolti i cimeli legati all’esperienza militare di d’Annunzio e alle imprese eroiche che lo videro protagonista durante il primo conflitto mondiale e l’impresa di Fiume, e il “Museo d’Annunzio segreto”, collocato nel sotto-teatro, che vi farà scoprire la parte più privata del poeta: 150 oggetti, preziosi e di uso comune, rimasti finora inaccessibili agli occhi del pubblico.

La storia del Vittoriale degli Italiani

Il Vittoriale degli Italiani, cittadella monumentale eretta tra il 1921 e il 1938 da Gabriele D’Annunzio con la collaborazione dell’architetto Giancarlo Maroni è oggi un complesso museale aperto al pubblico. Dedicato ad egli stesso e alla sua memoria, la sua vita, le eccentricità del celebre poeta-soldato e le imprese belliche degli italiani nella Prima Guerra Mondiale.

Il Percorso completo comprende la visita guidata, della durata di circa 30 minuti, alla Prioria, la casa di D’Annunzio, lussuosa costruzione dalla facciata settecentesca.

I giardini sono la parte che forse più di tutte, lascia a bocca aperta. Un trionfo (per usare un termine caro al poeta) che si estende per circa 11 ettari con statue in bronzo, come la “Vittoria coronata di spine” di Martinuzzi, corsi d’acqua che formano il Laghetto delle Danze e fontane, come la Fontana del Delfino. Sono presenti anche un grande anfiteatro, detto Parlaggio, ispirato al teatro antico di Pompei ed il Mausoleo dove riposa il poeta insieme ad alcuni legionari fiumani.

TENER-A-MENTE IL FESTIVAL DEL VITTORIALE

Il Festival si svolge nell’anfiteatro del Vittoriale degli Italiani, in un contesto ricolmo di storia e nel suo meraviglioso parco, eletto nel 2012 Parco più bello d’Italia. Un luogo sospeso tra arte, cultura, natura e bellezza. Questo ogni anno richiama migliaia di appassionati di musica da tutto il mondo e propone concerti di artisti di fama internazionale quali in passato Lou Reed, Ben Harper, Burt Bacharach, Keith Jarret, James Taylor, Paolo Conte, Franco Battiato e tanti altri. Date un’occhiata al calendario 2019 per scoprire tutti i concerti che il Vittoriale degli Italiani ha in serbo per voi e acquistare in anteprima i biglietti

Molto più che un museo, molto più che una residenza storica. Al Vittoriale degli Italiani c’è una parte di ognuno di noi, quella dose (che varia in ciascun individuo) di patriottismo, di sano orgoglio nazionale che ci fa dire all’unisono: Evviva l’Italia, evviva il Vittoriale degli Italiani.

Foto e video – Fondazione Vittoriale degli Italiani