Luglio è arrivato, le scuole sono finite e le tanto agognate “Vacanza” sono ormai nel pieno dello svolgimento. E il Lago di Garda come ogni anno si presenta come una delle destinazioni turistiche più gettonate per passare il proprio periodo di relax.

Ma proprio il Lago di Garda si sta trasformando sempre di più anche in una destinazione turistica dove poter vivere e fare esperienze, scoprire posti nuovi, sopratutto utilizzando uno dei mezzi più antichi del mondo “La bicicletta”.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio

Stare all’aria aperta, respirare a pieni polmoni la natura che vi circonda godersi con gli occhi panorami e paesaggi unici senza fretta, ma con il solo scopo di uscire dall’abitacolo delle nostre macchine e ritagliarsi per un momento un magico contatto con noi stessi e con il territorio che vi circonda, queste sono le emozioni che una due ruote a pedali può regalarvi, e se per caso non vi sentite sicuri allora una E-Bike (bicicletta a pedalata assistita) può essere la soluzione a tutti i vostri limiti perchè magari non siete abituati a muovervi sulle due ruote.

Ma cosa può regalarvi il Lago di Garda e sopratutto il suo fantastico entroterra per fare attività “Slow” e passare una giornata diversa? Oggi vi vogliamo dare qualche idea certi che scegliendo anche un “accompagnatore” come noi di Bike Experience, la vostra esperienza possa diventare davvero unica.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio   

Prendendo come riferimento la parte sud del Lago di Garda e quindi tra Desenzano, Sirmione e Peschiera del Garda ma anche Lazise e Bardolino la scelta può ricadere sulle Terre del Custoza.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio    Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio

Le terre del Custoza

Un territorio unico, che si trova tra il Lago e Verona, costituito principalmente dalle Colline Moreniche nate dalla scioglimento dei ghiacci come il Lago di Garda, questo angolo di terra può riservarvi numerose sorprese. Inizialmente potete percorrere la Ciclopista che da Peschiera vi porta fino a Borghetto sul Mincio considerato tra i “Borghi più belli d’Italia, immersi nella natura e accompagnati dal lento scorrere del Mincio che dal Lago arriva fino a Mantova.(maggiorni info sull’esperienza qui)

Dopo una sosta per respirare l’atmosfera storica di questo Borgo al centro fin dal Medioevo e passando per il periodo Napoleonico e Risorgimentale della storia d’italia ci si dirige verso Valeggio sul Mincio e Villafranca di Verona ammirando da lontano le colline che tanto care furono per L’unità d’Italia, qui ci troviamo nel Custoza dove nel 1848 e 1866 si combatterono due battaglie cruciali per il Risorgimento Italiano.

Arrivando proprio nel Custoza si può scoprire la Valle dei Molini una natura selvaggia e incontaminata dove potersi fermare per un attimo di piacevole silenzio e ascolto della natura. Potrete attraversare strade bianche che non hanno niente da invidiare alla “Toscana” e rilassarvi successivamente davanti ad un calice di buon bianco “Custoza DOC” tipico di questo territorio grazie alla presenza di numerose cantine e aziende agricole che producono dai Vini, alle marmellate ai salumi, ai formaggi e persino il gelato tutto fatto in casa.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio   Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio

Le colline moreniche del Lago di Garda

Un’altro bel percorso o meglio territorio da poter scoprire sono quelle sono le Colline del Lago di Garda tra le provincie di Brescia e Mantova o quelle che io chiamo le “Colline del Risorgimento” Già perchè qui il salto nella storia è davvero unico.
Attraverso strade secondarie a bassa percorrenza scoprire borghi come Castellaro Lagusello che è dolcemente adagiato in queste colline Moreniche dove il tempo sembra essersi fermato, anche questo borgo è considerato tra i “Borghi più Belli d’Italia” grazie alla sua particolare conformazione e al suo laghetto a forma di cuore.

Ma poi tra coltivazioni e vigneti il salto nella storia e più precisamente al 1859 sarà unico, perchè scopriremo Solferino la sua Rocca e la sua torre “Spia d’Italia” un paese strategico dal quale grazie alla sua torre si poteva controllare tutto il territorio dalle Dolomiti agli Appennini e che fu fondamentale durante la seconda Guerra d’Indipendenza Italiana per le truppe francesi di Napoleone III nostre alleate contro l’Impero Austriaco che occupava da anni le nostre terre.

Qui finita la battaglia Henry Dunant giornalista svizzero al seguito dell’Armata Francese ebbe l’idea di fondare la Croce Rossa Internazionale. Successivamente entrando nella terra del “Lugana” tipico vino bianco di queste colline considerato tra i più importanti vini bianchi nazionali (quindi una degustazione è d’obbligo) raggiungerete San Martino delle Battaglia e la sua Torre dedicata a Vittorio Emanuele II Re D’Italia nel 1859 e costruita per celebrare questa importante vittoria contro gli austriaci. Una visita infine prima di rientrare a Peschiera per esempio va assolutamente fatta a Sirmione per ammirare uno dei paesi più belli del Lago di Garda.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio  Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio

In bicicletta al Parcpo Sigurtà

Infine per finire di scoprire la parte sud del Lago di Garda una gita per tutti grandi e piccini. Percorrere la ciclabile Peschiera – Mantova lungo le sponde del fiume Mincio, arrivare a Borghetto, ma sopratutto salire a Valeggio per continuare a pedalare nella natura all’interno del Parco Sigurtà. Stiamo parlando del secondo Parco Giardino più importante d’Europa, un luogo unico dalla storia antica dove si potranno ammirare piante secolari, piccoli laghetti caratterizzati da Fior di Loto, gardenie, iris e innumerevoli altri tipi di piante.

Un bellissimo panorama sulla Valle del Mincio, un viale delle Rose romantico e caratteristico, ma sopratutto per i più piccoli un grandissimo tappeto verde all’inglese dove poter correre, divertirsi a piedi nudi riaccendendo quel contatto con la natura che a volte tanto ci manca. Sarà un mix tra relax ed esplorazione per vivere un’esperienza breve ma intensa.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio  Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio

Alla scoperta della Valpolicella

Facendo un dal Lago di Garda per scoprire una delle zone più caratteristiche del territorio Veronese, in mtb è possibile scoprire la Valpolicella Classica. Un percorso per amanti del vino rosso, è qui che nasce il Valpolicella Superiore, il Ripasso e sopratutto l’Amarone e il Recioto tra i vini rossi più importanti e a livello nazionale e internazionale.

Immersi nel pieno di questi vigneti il vostro sguardo si potrà perdere in cime a queste colline fino al Lago di Garda e fino a Verona accompagnati dalla vista dei numerosi vigneti terrazzati che contraddistinguono questo territorio. Ma non solo la Valpolicella è ricca di Ville storiche tra le più importanti come Villa Mosconi Bertani e di Borghi. Immancabile e doverosa è la visita a San Giorgio Ingannapoltron borgo tipico di questo territorio che grazie alla sua Pieve di origine romanica rappresenta un vero punto di arrivo, sosta e relax per tutti voi turisti che avete comunque voglia di pedalare.

Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio  Cicloturismo sul Lago di Garda: vivere nuove esperienze in bicicletta dimenticandosi l'orologio

Non ci sono periodo migliori per vivere tutto queste grazie alla successione delle stagioni ogni periodo per questi territorio diventa diverso, unico ed irripetibile. Qualunque momento voi scegliate è sempre quello giusto. Non ho una classifica sono tutte “Bike Experience” belle, da vivere e condividere.

Il mio consiglio è solo di lasciarvi accompagnare alla scoperta di questi luoghi perchè solo cosi l’esperienza vi può rimanere nel cuore.