Sirmione sul Lago di Garda
Sirmione sul Lago di Garda

Sirmione è una delle località del Lago di Garda più conosciute e più visitate, una penisola lunga circa 4 km e il suo cuore, il borgo storico dal castello scaligero alle grotte di Catullo, sono un intreccio di vicoli e giardini e scorci unici sul Lago.

Definita “La Perla del Garda” è un gioiello situato sulla sponda suld del Lago, Sirmione ammalia i turisti grazie al suo gusto storico ed alla tipicità e fascino che lo caratterizzano. È un paese dotato di un paesaggio mozzafiato, vicoli e passeggiate abbelliti da fiori e piante di ogni genere, edifici medioevali, negozi alla moda e ristoranti lussuosi. Alle porte del paese, il visitatore viene proiettato  immediatamente in un ambiente romantico e misterioso, incantandolo e facendolo innamorare come una sirena che canta ai marinai.

Cosa Vedere e cosa fare a Sirmione la perla del Lago di Garda.

Castello Scaligero di Sirmione.

Il Castello Scaligero, il simbolo più noto di Sirmione, accoglie il visitatore costituendo l’unico ingresso al centro abitato. È uno dei Castelli italiani meglio conservati ed uno dei rari esempi di fortificazione lacustre.

Come suggerisce il nome, il castello è di epoca scaligera, quindi legata al periodo più fiorente della città di Verona. La costruzione del castello iniziò a metà del XIII secolo, molto probabilmente su precedenti resti di epoca romana e la sua funzione fu sempre esclusivamente difensiva, di controllo portuale e di carcere.

La Leggenda del Castello di Sirmione.

Come ogni castello che si rispetti anche quello di Sirmione è teatro di una leggenda. Pare che Ebengardo ed Arice, due giovani molto innamorati abitassero qui, e vivessero felici e sereni, prima che la tragedia li colpisse. Durante una notte di tempesta un cavaliere veneto, Elalberto, chiese rifugio al castello. La coppia aprì la propria dimora al forestiero che rimase incantato dalla bellezza di Arice, tanto da introdursi nella sua camera durante la notte. La ragazza spaventata gridò, Elalberto per farla tacere la pugnalò. Ebengardo, sentite le grida dell’amata raggiunse la sua stanza e pugnalò a sua volta Elalberto. E da allora non trovò pace, tanto che si dice che il suo fantasma ancora si aggiri nel castello.

Le Grotte di Catullo.

I primi insediamenti risalgono all’epoca del bronzo, di cui sono rimaste tracce di palafitte, un luogo che successivamente, in epoca romana divenne località di vacanza.  Sull’estremità dell’isola infatti, sorge un’antica e preziosa villa romana, denominata “Le Grotte di Catullo”, con all’interno affreschi del I e II Secolo D.C., un museo vicino ne conserva reperti archeologici.

Questo imponente sito archeologico, oltre a rappresentare la testimonianza più importante tra i ritrovamenti del periodo romano in territorio sirmionese, è considerato l’esempio più grandioso di villa romana rinvenuto nel nord Italia. La denominazione di “Grotte” risale al XV sec. quando cronisti-viaggiatori scoprirono l’esistenza di queste “caverne” crollate e ricoperte da vegetazione.

Caio Valerio Catullo, nato verso l’87 a.C. e morto nel 54 a.c., apparteneva alla ricca famiglia veronese dei Valeri e possedeva sicuramente una dimora a Sirmione, nonostante non sia provato che la sua villa si trovasse proprio in questo luogo. L’intero complesso archeologico un tempo copriva all’incirca 20.000 km2.

Le terme di Aquaria.

Sono molto rinomate le Terme di Aquaria, grazie alle acque sulfuree curative che sgorgano calde dal fondale del lago, le quali aiutano a sanare i problemi relativi alle vie respiratorie e malattie della pelle.

Sirmione vanta passeggiate, spiagge incantevoli, come il Lido delle Bionde dov’è possibile sdraiarsi a prendere il sole, e le antiche chiese di S.Pietro in posizione un po’ appartata, e di S.Maria Maggiore nel cuore del paese.

Mura merlate risalenti all’epoca medievale proteggono il borgo ed il Castello Scaligero, racchiudendo il centro storico come un bene da nascondere e custodire, infatti quest’ultimo viene configurato come isola poiché è situato all’estremità settentrionale di una penisola isolata da un fossato navigabile e l’unica via d’accesso è un ponte.

Per la gioia dei pedoni, il centro è una zona a traffico limitato, chiunque voglia accedervi in macchina dev’essere in possesso di particolari permessi concessi in modo severo ed in determinate fasce orarie.

Shopping a Sirmione.

Per gli amanti dello shopping, Sirmione è caratterizzato da svariati e pittoreschi negozietti nel centro, mentre fuori dall’abitato sorgono diversi outlet e spacci aziendali. Molti hotel vantano bellissime terrazze vista lago per la lunga stagione turistica, oltre a Bed and Breakfast e campeggi.

Tipici ristoranti ed osterie, rallegrano le serate dei vicini bresciani e veronesi, oltre che dei turisti di mezzo mondo. D’estate si svolgono parecchi eventi e feste sulla spiaggia che spesso terminano con magnifici fuochi d’artificio.

Oltre al centro storico esistono le frazioni di Colombare e di Lugana.

Jamaica beach Sirmione.

La spiaggia più importante è “il Lido delle Bionde” che porta poi all’incantevole Jamaica Beach; non ci si aspetta che in una località del lago si possa trovare un contesto così idilliaco e selvaggio: acque color smeraldo, fondali di sassi e grandi pietre levigate color rosa e grigio chiaro che, nei periodi autunnali e primaverili, quando l’acqua è più bassa, emergono creando delle pozze che fanno da specchio, portando porzioni di cielo nel lago.

Vi sembra di essere in un angolo di paradiso e tutto diventa fatato, sopratutto quando arrivano l’ora blu e il tramonto, facendovi rimanere senza fiato.
La spiaggia Jamaica Beach si trova proprio sotto le Rovine della Villa Romana delle Grotte di Catullo, sulla punta della penisola di Sirmione.

I Battelli da e per Sirmione.

Il servizio di Battello porta in breve tempo ai porti di Maderno Toscolano, Limone, Riva del Garda (Trentino), Malcesine e Torri del Benaco (Veneto) e ci permette di ammirare il Garda da diverse prospettive. Guarda gli orari dei battelli che partono e arrivano a Sirmione.

Hotels – Ristoranti – Experience sul Lago di Garda.

A Sirmione ci sono tantissime strutture nelle quali soggiornare, dai piccoli e curati B&B fino ai resort con centri wellness e servizi beauty. Nella sezione dedicata a dove dormire trovate tutte le informazioni per cercare l’alloggio a voi più congeniale.

Lo stesso discorso vale per dove mangiare, a questo link trovate la nostra selezione di ristoranti. Ricordandovi che tutto il Lago di Garda e le sue città offrono diversi ristoranti stellati e la qualità della proposta culinaria è molto alta.

Sono molteplici le attività e le esperienze da poter fare sul Lago di Garda, per questo vi consigliamo di visitare la sezione dedicata alle esperienze sul nostro magazine cliccando qui.

Come arrivare a Sirmione.

In auto: Dall’Autostrada A4 Torino/Venezia, uscire al casello di Sirmione e seguire le indicazioni stradali.

In treno: Sirmione si appoggia a Desenzano che è il nodo ferroviario più importante del Lago di Garda, ove fermano tutti i treni. La stazione è in paese.

In aereo: Nel giro di 30 Km ci sono gli aeroporti di Verona, Bergamo e Brescia raggiungibili da strade a scorrimento veloce.

Dove parcheggiare a Sirmione.

Ci sono molti parcheggi in tutta la penisola di Sirmione di cui la maggior parte sono a pagamento. In questa mappa potete vedere i principali:

Cosa vedere a Sirmione, la perla del Lago di Garda.

 

Tutti i parcheggi sono a pagamento.

Per qualsiasi domanda sulla vostra vacanza a Sirmione e sul Lago di Garda non esitate a contattarci commentando questo articolo o scrivendo sui nostri canali social (InstagramFacebookTwitterTikTok), siamo sempre disponibili ad aiutarvi.

A prossima cari Outdoors!

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commendo
Per favore inserisci il tuo nome qui