Dicembre è ormai arrivato e come tutti gli anni è tempo di bilanci. Come sarà andata la stagione turistica? quali sono le prospettive per il nuovo anno? Quali saranno le novità che ci aspettano?

Il Lago di Garda Veneto e il Cicloturismo

Noi di Garda-outdoors e Bike Experience martedì 5 dicembre abbiamo partecipato all’annuale riunione di Federalberghi Garda Veneto a Lazise presso la Dogana Veneta. Come è andata dunque la stagione 2017? Sotto certi punti di vista sicuramente bene perché i dati dicono che il turismo già dal mese di Aprile ha dato inizio in modo soddisfacente alla stagione grazie ad una massiccia presenza straniera, mentre il mese di Agosto con l’arrivo delle vacanze per gli italiani ha registrato nonostante tutto una leggera flessione rispetto agli altri anni. Questa flessione può essere vista come un dato negativo, ma noi che ci occupiamo di cicloturismo lo interpretiamo in maniera diversa. I turisti hanno capito che il Lago di Garda può essere vissuto e scoperto in modo alternativo e in questo caso grazie alla bicicletta normale o elettrica (e-bike) sopratutto nei mesi primaverili e autunnali. Questi mesi sono contraddistinti dal poco traffico e quindi gli spostamenti o le escursioni in bicicletta ne traggono maggiore vantaggio oltre al fatto che le temperature sono miti.

Il lago di Garda e sopratutto il suo entroterra rappresentano essenzialmente un patrimonio paesaggistico storico e culturale unico dove un cicloturista o un turista che predilige la vacanza attiva può davvero soddisfare la sua voglia di scoperta.

Il Lago di Garda Veneto e il Cicloturismo

Ed è proprio sul cicloturismo che federalberghi vuole fare un nuovo passo in avanti. In attesa che la famosa pista ciclabile del Lago di Garda verrà ultimata (si parla di tempi tra i 5 e i 6 anni) ha capito che comunque il turista straniero ha voglia di muoversi non solo per visitare i magnifici paesi che la sponda veronese offre, ma vogliono qualcosa in più, cioè poter passare una giornata immersi nella natura, nella storia e nei prodotti tipici di questo territorio anche in bicicletta.

Da qui durante la riunione è stato presentato la nuova collaborazione con Focus Italia Group, distributore sul territorio nazionale dei marchi bici Focus, Cervelò, Kalkhoff e Univega. Qual’è l’obbiettivo di questo accordo? Offrire intanto prodotti di alta qualità sul mercato del Lago, puntando alle e-bike ma anche alla MTb e alla bici da Corsa offrendo la possibilità alle strutture ricettive di dotarsi di un parco biciclette proprio da mettere a disposizione dei propri clienti. E’ la prima volta che un azienda di bici entra cosi nel mercato del cicloturismo, capendo le potenzialità che la vacanza sta offrendo. L’obbiettivo è quello di dare al turista che abitualmente (sportivo o meno) si porta la bicicletta da casa, di poter scegliere e prenotare direttamente sul posto il mezzo da usare durante le sue vacanze, evitando così il trasporto del suo mezzo, oppure dare la possibilità di noleggiare al turista “tradizionale” la bicicletta anche e-bike per poter vivere e visitare anche con escursioni guidate il territorio che lo circonda.

Il Lago di Garda Veneto e il Cicloturismo Il Lago di Garda Veneto e il Cicloturismo

Secondo il nostro punto di vista un passo in avanti davvero importante che potrà favorire l’esplosione di attività alternative da offrire come servizi ai propri clienti, la e-bike si sta affermando sempre di più come prodotto di qualità per una vacanza nuova aprendo anche a chi sport non lo pratica in maniera costante e noi di Bike Experience e Garda-outdoor non possiamo far altro che essere contenti e felici che finalmente il cicloturismo può rappresentare una componente davvero importante per il Lago di Garda e tutto il suo territorio. E in attesa quindi di un 2018 davvero esaltante vi vogliamo fare anche i nostri super Auguri di Buone Feste.

Il Lago di Garda Veneto e il Cicloturismo Il Lago di Garda Veneto e il Cicloturismo