A Sud-Ovest di Limone sul Garda, troviamo il Monte Bestone, dalla cui sommità è possibile ammirare l’alto Lago di Garda in tutto il suo splendore.

A Sud-Ovest di Limone sul Garda (BS), troviamo il monte Bestone, dalla cui sommità è possibile ammirare l’alto Lago di Garda in tutto il suo splendore. La location non è tra le più note, ma la vista è davvero pazzesca e in giornate serene l’occhio si perde ammaliato a 360° tra limpide acque e splendide montagne. Una volta giunti alla croce posta sulla cima (917m slm.), di fronte a noi e letteralmente a picco su Lago si staglia proprio Limone, con una prospettiva allungata come forse non l’avete mai visto. A seguire ci si perde poi fra le Prealpi Gardesane e le Alpi Sud Orientali.

Trekking al Monte Bestone, una vista incredibile sull’alto Lago di Garda.

Il trekking prevede due opzioni principali. È possibile salire direttamente da Limone sul Garda, con un sentiero panoramico ma piuttosto impegnativo di circa 9km. Il dislivello è di circa 920m e richiede poco più di 4h. La seconda opzione, decisamente meno impegnativa, prevede la partenza da Tremosine, nello specifico dalla località “le Balze”, nei pressi della frazione di Voltino (702m slm). In questo caso il dislivello totale è di circa 250m, che va affrontato attraverso un sentiero facile e panoramico, che si percorre in circa 60min.

Trekking più facile per raggiungere il monte Bestone (dislivello: 250 m – tempo di percorrenza: 60 min).

Quest’oggi parleremo del percorso più facile, che è ben segnalato e non presenta difficoltà particolari né come dislivello, né come terreno. Si parte come detto da Voltino, nei pressi dell’hotel “Le Balze” lasciando l’auto in uno dei posteggi gratuiti presenti in loco. Superata la struttura, tenendo la sinistra si imbocca il sentiero 110, che immediatamente ci catapulta in uno splendido bosco composto in gran parte da pino marittimo. Il percorso sale con pendenza decisa ma dopo pochissimi minuti potremo ammirare un panorama pazzesco verso ovest. Di fronte a noi l’imponente Monte Baldo e le limpide acque di Malcesine.

Il sentiero prosegue a cielo aperto e in pochi minuti termineremo (per il momento) il tratto in salita, iniziando una fase di saliscendi e attraversando i resti di un bosco distrutto da un incendio. Un vero peccato, ma la natura ha già ripreso a crescere rigogliosa e l’ambiente risultante è davvero suggestivo. Il sentiero presenta un fondo smosso e sassoso e prevede alcune varianti. Una di esse porta ad uno spuntone di roccia con vista a 180° sul Lago di Garda, che fa pregustare la vista dalla vetta finale. Se non si soffre di vertigini vale sicuramente la pena visitarlo, ma con cautela e attenzione essendo molto esposto.

Trekking al Monte Bestone, una vista incredibile sull’alto Lago di Garda.

Siamo a metà del trekking ed è giunto il momento di affrontare un breve tratto in discesa. Il sentiero classico si snoda fra le creste ed è sempre panoramico ma presenta qualche minima difficoltà: in alternativa è possibile imboccare sulla sinistra una strada forestale, che invece scende dolcemente nel bosco. Le varianti si congiungono alla località “Bocchetta Rocca” (802m). A questo punto rimangono da affrontare altri 20 min di salita, proseguendo sulla mulattiera precedente che si trasformerà poi nuovamente in un sentiero, sempre facile e non esposto, seppur ripido verso la fine.

Siamo giunti al tratto finale, una cresta molto panoramica! Pochi minuti e raggiungiamo la croce e la campana poste sulla sommità del monte Bestone, è fatta! La vista è letteralmente mozzafiato, siamo davanti a uno spettacolo davvero unico. Ci godiamo gran parte del Lago di Garda da nord a sud, con le sue acque cristalline e le splendide cime che lo circondano. Limone è a strapiombo sotto di noi e lo sguardo si perde fra le Prealpi Gardesane tra cui spiccano i monti Bondone, Stivo e Baldo.

Trekking al Monte Bestone, una vista incredibile sull’alto Lago di Garda.

Lo spot è assolutamente perfetto per godersi le prime luci del giorno e la mattinata in generale, come in questo caso. Nel pomeriggio alcune zone del panorama scenderanno pian piano in ombra. Consiglio di portarsi anche un binocolo, non solo per gli scorci pazzeschi a disposizione, ma anche per ammirare l’eventuale fauna del Parco Naturale Alto Garda. Al ritorno si affronta lo stesso percorso dell’andata.

Alla prossima cari Outdoors!

Stefano Maraggi

Dove dormire – Dove mangiare – Experience sul Lago di Garda.

Sul Lago di Garda ci sono tantissime strutture nelle quali soggiornare, dai piccoli e curati B&B fino ai resort con centri wellness e servizi beauty. Nella sezione dedicata a dove dormire trovate tutte le informazioni per cercare l’alloggio a voi più congeniale.

Lo stesso discorso vale per dove mangiare, a questo link trovate la nostra selezione di ristoranti. Ricordandovi che tutto il Lago di Garda e le sue città offrono diversi ristoranti stellati e la qualità della proposta culinaria è molto alta.

Sono molteplici le attività e le esperienze da poter fare sul Lago di Garda, per questo vi consigliamo di visitare la sezione dedicata alle esperienze sul nostro magazine cliccando qui.

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci il tuo commendo
Per favore inserisci il tuo nome qui