DISCOBUS: + DISCO – RISCHIO. A SIRMIONE SI LAVORA PER LA SICUREZZA DEI GIOVANI E CONTRO LE STRAGI DEL SABATO SERA  Andare in discoteca senza preoccupazioni e in totale sicurezza è possibile grazie al progetto portato avanti dalla Commissione Giovani di Sirmione, un gruppo di ragazzi che promuove iniziative e progetti per i giovani del proprio paese. Hanno poco più di vent’anni i componenti della Commissione Giovani, ma entusiasmo ed energia da vendere. Così , sapendo della mancanza di un servizio notturno verso i luoghi del divertimento, hanno deciso di organizzarlo loro per tutti i ragazzi di Sirmione e non solo: due corse con un pullman da 54 posti e un educatore a bordo che vigila sugli utenti ed interviene in caso di bisogno. Il bus accompagna i ragazzi verso tre discoteche della zona: Madame Sìsì di Desenzano del Garda e No Name e Coco Beach di Lonato.

Il primo viaggio inaugurale, completamente gratuito e realizzato con il contributo del Comune di Sirmione e delle discoteche interessate, oltre che con la collaborazione di SirmioViaggi,  Cooperativa Olinda di Medole e di Itown, è stato un successo, registrando il quasi tutto esaurito e una pioggia di commenti entusiastici da parte dei ragazzi, che hanno usufruito del bus, e dei genitori, che hanno definito il servizio decisamente utile ed importante.

Sul pullman si respirava un’atmosfera festosa, allegra e soprattutto serena. Tra i trasportati si sono registrati persino un Wolverine, una Cat Woman e due Minnie oltre due clown. Erano gli animatori di un villaggio turistico, che dopo il lavoro hanno deciso di andare a ballare utilizzando il Discobus.

I commenti positivi durante il viaggio e a fine serata si sprecavano e la scia di entusiasmo per l’iniziativa è continuata il giorno dopo su internet,  dove la pagina Facebook della Commissione è stata presa d’assalto.

Visto  il buon risultato del primo viaggio, la Commissione Giovani ha deciso di organizzarne un secondo  per  il 13 settembre, introducendo due novità: una fermata in più a Lugana e un contributo per usufruire del servizio (3 euro per i residenti a Sirmione e 5 euro per i non residenti).  “Il contributo è fondamentale” dicono dalla Commissione Giovani “per responsabilizzare gli utenti e sostenere il servizio.”

Rimane la figura dell’educatore, che si è rivelata preziosa e fondamentale per l’organizzazione del viaggio. “Al centro del  progetto c’è la sicurezza dei ragazzi: questo è il principio dal quale siamo partiti per organizzare il Discobus” affermano sempre dalla Commissione Giovani “ ed è per questo che abbiamo voluto fortemente, assieme all’Amministrazione Comunale, la figura dell’educatore. Il Discobus permette ai ragazzi di uscire la sera e recarsi in discoteca in tutta sicurezza; ai genitori di essere sereni perché non devono preoccuparsi di come e se loro figlio tornerà a casa: il Discobus salva delle vite e non è retorica. Per questo vogliamo andare avanti nel progetto ed organizzare altri viaggi.” I ragazzi della Commissione Giovani ci credono in questo servizio: ora la palla passa agli altri giovani, perché, come dicono dalla stessa Commissione, il servizio funziona se sono i ragazzi che sfruttano l’opportunità che gli viene data. Appuntamento, quindi, sul prossimo Discobus!

Raimondi Valentina

Commissione Giovani di Sirmione