In Valle di Ledro dal 1 al 3 maggio 2015 per “Un weekend di fumetti”, un altro evento, un altro viaggio.
Fare cosplay è una passione, non solo mentale e fisica. Se penso al termine cosplay non posso fare a meno di pensare alla sua derivazione “costume” e “player”, letteralmente giocatore in costume. E in effetti è un gioco, un gioco molto interessante perché mi permette di dar vita ai personaggi che più adoro. A volte essere un cosplayer può essere stressante, non sempre è facile trovare tutti gli strumenti e tutti i materiali necessari per la realizzazione dei costumi, ma la buona volontà e la determinazione aiutano sempre. Fare cosplay ed essere un cosplayer può essere equiparato alla realizzatore di sogni: sogni per chi vuol rappresentare il proprio beniamino, sogni per chi finalmente può incontrarlo e farci una foto ricordo. Cosplay, una scelta di vita che man a mano col passare degli anni si equipara al superamento dei vari livelli di un super sayan. Alcuni di noi si fermano ai livelli base per mancanza di tempo o altro, altri di noi ne realizzano a dozzine, altri ancora si fissano su uno solo all’anno e danno letteralmente vita ai personaggi di fantasia. E il cosplay mi permette anche di fantasticare, di poter rivivere le avventure dei personaggi di fumetti, di poterne ricreare le mosse. Col cosplay sono anche io protagonista, protagonista di storie fantastiche, di avventure condivise con tanti amici ma soprattutto protagonista di un sogno senza fine.

La proposta vacanza dedicata al fumetto e il programma completo al seguente link: www.vallediledro.com/weekendcartoon

altri articoli che possono interessati

Tre giorni a tutto fumetto